Doodles, Zendoodles & Zentangles®: Artjournaling e Mixedmedia


Eccoci al nostro appuntamento con la rubrica sugli scarabocchi.

Oggi vedremo come l’arte dello scarabocchio si integri facilmente in generi artistici quali il Mixedmedia e l’Artjournaling.

Parlando della mia esperienza, posso dire che io “nasco” doodler e solo in seguito ho scoperto queste altre forme espressive. In quasi tutti i miei pezzi artistici infilo sempre qualche scarabocchio, con risultati davvero interessanti.

Questa è una mia pagina di art journal con il classico doodling in inchiostro nero. La pagina a destra è stata sagomata per creare un effetto di movimento.

MML1

Potete usare il doodling con tutte le tecniche.

Questo è un calendario che ho disegnato su un quaderno Moleskine. Lo sfondo è in acrilico e pennarelli colorati.

Gli scarabocchi sono un modo originale per definire gli spazi dei giorni e i bordi.

MML2

Anche gli sfondi con inchiostro spray si prestano bene all’uso degli scarabocchi.

Nella foto a sinistra permettono di mettere in luce il collage. In quella a destra, invece, fanno in modo che la figura si stacchi quasi dalla base su cui è disegnata. Qui ho anche usato una matita bianca per dare più risalto al mandala.

MML3 MML4

Ho sperimentato il doodling anche con il collage, e devo dire che mi piace molto.

In questo pezzo, per esempio, mi intriga il passaggio dal fumettistico al reale, dal bianco e nero al colore.

MML5

Come potete vedere, sono tantissimi i modi in cui gli scarabocchi possono essere usati con altre tecniche.

Nel prossimo articolo parleremo di scarabocchi e found poetry.

Alla prossima!

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *